Crea sito

| HomepageClassificazioni | Nazioni | Elenco nazioniCasi particolariS/b non birraNon sottobicchieri |

Dividere i sottobicchieri per Nazione.

Uno dei primi consigli che ricevono i nuovi collezionisti di sottobicchieri è di dividere la collezione per nazioni. Io all'inizio presi come riferimento gli stati membri dell'ONU, ma come si fa a mettere tra i francesi un sottobicchiere che viene dall'isola della Riunione nell'oceano Indiano...
Questo problema non riguarda solo i collezionisti per cui è stato creato un vero e proprio standard internazionale, l'ISO3166, che elenca oltre alle nazioni propriamente dette anche tutti quei territori dipendenti che hanno peculiarità geografiche o storiche che li fanno considerare come entità separate dalla madrepatria.
Io l'ho scelto perché è oggettivo e viene anche tenuto aggiornato, magari con qualche comprensibile ritardo, sugli stravolgimenti che la storia contemporanea porta alla geografia politica (l'ultimo aggiornamento è del febbraio 2012).
Ovviamente molti stati della lista non hanno birrerie, anzi, la lista è pensata per un uso talmente generico da comprendere anche territori completamente disabitati. Togliendo gli stati che non fanno birra e quelli che la producono, o l'hanno prodotta, ma non hanno mai fatto sottobicchieri si arriva a questo elenco.
Molti collezionisti, oserei dire "prevedibilmente", modificano questa lista secondo i propri interessi, sia semplificando, per esempio mettendo le isole di Jersey, Guernsey e Man insieme al Regno Unito, sia aggiungendo divisioni non previste, sempre per esempio, considerando Ceuta e le Canarie a parte rispetto alla Spagna o magari adottando divisioni che lo standard non ha (ancora?) recepito come quella del Kosovo dalla Serbia.
Potete vedere un paio di esempi di queste interpretazioni nelle pagine dedicate a "Uno Stato Un Sottobicchiere" che si trovano nei siti di Renata Gòrska www.beercoasters.silesianet.pl (Around the world) e del BDM www.fvb-bdm.de (Areas of collection - Beermats).

Chi fosse interessato può scaricare l'elenco in formato Excel nazioni.xls.

Un altro suggerimento è quello di fare sempre riferimento alla nazione a cui appartiene attualmente la città del sottobicchiere da classificare (anche se non si usa la divisione per città), quindi, ad esempio, i sottobicchieri cecoslovacchi andranno divisi tra la repubblica Ceca e quella Slovacca a seconda della città di origine della birreria e questo criterio va applicato anche alle birrerie che hanno cessato l'attività prima della divisione.

Privacy Policy